Bagno a Ripoli

Compendio immobiliare

Oggetto dell'intervento è un piccolo compendio immobiliare posto nel comune di Bagno a Ripoli, via di Vacciano n.36, località Pian d'Ema.
E' costituito da una casa colonica di vecchia costruzione, composta di due piani fuori terra e da un annesso (ex-fienile), pure di due piani.
La realizzazione ha contemplato una serie di modifiche interne ed esterne nel rispetto delle caratteristiche tipologiche.
Uno degli obiettivi del progetto era il frazionamento del complesso immobiliare in modo da ricavare tre unità abitative, due nella casa colonica ed una nel fienile.

Colonica

Nella colonica è prevista la realizzazione di due unità abitative, una con accesso sul fronte prospiciente l'aia, l'altra con accesso dal prospetto lato valle. Entrambe si svilupperanno su due piani; al piano terra sarà ubicata la zona giorno ed al primo la zona notte. Verrà altresì creato un nuovo collegamento fra il piano terra ed il piano primo, mentre sarà modificato il senso di salita dell'attuale scala. Nel sottotetto verranno realizzati soppalchi non abitabili e soffitte ai quali si accederà a mezzo di scale retrattili inserite in apposite botole o a mezzo di scale a pioli; i soppalchi avranno superficie pari ad 1/3 del locale su cui insistono. Uno dei due ripostigli, ubicati sul fronte tergale, verrà destinato a W.C. ponendolo in collegamento con l'abitazione; il piano di calpestio verrà abbassato per ottenere altezza media interna di ml. 2.40.
Le coperture della casa verranno smontate e ricostruite mantenendo la stessa altezza di gronda e inserendo la coibentazione all'estradosso dello scempiato.
Per quanto riguarda l'impianto sanitario, il progetto prevede la creazione di 4 nuovi bagni, due per unità.
Sarà inoltre realizzato l'impianto termico, attualmente inesistente, nel rispetto della Legge 10/91 ed eseguito un impianto elettrico adeguato alla nuova distribuzione, secondo le normative CEI e la legge 46/90.
Per quanto riguarda l'esterno della casa, sul fronte anteriore è prevista la riapertura di un arco preesistente e la creazione di una nuova porta di accesso alla cucina.
Sul lato monte verrà demolito l'attuale scannafosso a cielo aperto, verrà quindi operato un piccolo sbancamento e realizzato un muro di contenimento sul filo della strada di accesso alla proprietà, tutto questo per dare maggiore aerazione a questo lato dell'abitazione Per il resto gli interventi esterni saranno marginali riadattamenti di aperture già esistenti, eccetto che sul lato monte dove verranno realizzate due nuove aperture

Per quanto riguarda le sistemazioni esterne, oltre alla già citata demolizione dello scannafosso a cielo aperto contiguo alla colonica con il conseguente piccolo movimento di terra e costruzione Di seguito viene riportata la tabella relativa ai coefficienti di illuminazione dei singoli vani. di muro a retta, non ci sono trasformazioni di rilievo, se non una risistemazione del verde, mantenendo le attuali piante, salvo piantarne di nuove scelte fra le essenze tipiche della zona.

Fienile

Gli interventi strutturali che hanno riguardato il fienile, da cui è stata ricavata un'unica unità immobiliare hanno riguardato la realizzazione di un solaio di calpestio per il piano terra, con funzione di intercapedine isolante, il consolidamento dell'attuale solaio a voltine e profilati in acciaio del piano primo, previo inserimento della scala di collegamento fra i due livelli ed il rifacimento della struttura lignea della copertura.
Al piano terra è stata realizzata una nuova distribuzione che ha portato alla creazione di una zona soggiorno con adiacente cucina, collegata con apertura di mq 4.00.
Sempre al piano terra, negli annessi con destinazione attuale a ripostiglio, abbassando la quota interna e portando il dislivello di progetto a circa cm 70 rispetto al soggiorno, è stato realizzato un bagno ed una dispensa di altezza media interna ml. 2.40.
È stato inoltre realizzato, in corrispondenza della nuova portafinestra del pranzo soggiorno, un piccolo piazzale pavimentato e una struttura leggera in acciaio con funzione di pergolato.
Al piano primo è stato realizzato un bagno e due camere, di cui una dotata di vano guardaroba.
L'esterno non ha subito grandi cambiamenti, eccettuato la modifica al piano terreno di una finestra in porta finestra sul prospetto lato valle e la riduzione di un'altra apertura al piano primo sul prospetto lato monte.
Tutti gli impianti di cui l'abitazione è stata dotata, elettrico, idrico, termico, sono stati realizzati in ottemperanza alle normative vigenti in materia.